newrsynclogoA casa ho un HP Microserver su cui ho installato FreeNAS, che uso principalmente come repo per i miei dati e come dispositivo centralizzato per i backup.

E’ equipaggiato con 4 dischi, di cui uno dedicato esclusivamente ai backup di Time Machine (quindi del mio portatile, che è evidentemente un Apple), uno dedicato ai backup da macchine esterne, e poi ci sono 2 dischi gemelli che utilizzo per i miei dati. L’idea era quella di avere una copia dei dati su entrambi questi dischi.

Opero su FreeNAS v8.3.1. A una prima analisi avevo praticamente risolto la questione pensando di fare un RAID1. Tra me e me ho pensato anche a cose tipo “Ma è OVVIO che farò un RAID”. Purtroppo però, alcuni test mi hanno dimostrato che in caso di cazzi e/o cataclisma, la mia ridotta pazienza non mi avrebbe mai permesso di riuscire a montare il secondo disco con facilità e immediatezza. In tutta onestà, il RAID Software di FreeNAS non mi è sembrato per nulla stabile, o per lo meno non così stabile da affidargli i miei dati, ma devo ammettere di non aver studiato a fondo la cosa, e potrei sbagliarmi di grosso.

Alla fine, testa che ti ritesta, ecco quale soluzione mi è sembrata la migliore.
Intanto entrambi i dischi sono formattati in ZFS, questo, oltre ad essere un bene per l’umanità tutta, mi permette di fare degli snapshot orari dei dati delle ultime 2 settimane, sullo stesso disco che li contiene. Un sistema del genere previene perdite da sovrascrittura o eliminazione accidentale, ma non protegge da danni fisici ai dischi, per la quale c’è senz’altro bisogno di un secondo disco.
Una piccola nota sul metodo di ripristino dei file attraverso questo allegro sistema: FreeNAS conserva gli snapshot delle ultime 2 settimane. Gli snapshot avvengono a intervalli orari, sicchè è abbastanza semplice andare a pescare quale snapshot contiene il dato che ci interessa recuperare, identificato il quale, lo si mette online con il comodo pulsantino, e andando a sfogliare il contenuto del disco, troveremo la cartella che contiene la copia dei dati al momento dello snapshot. Copio quello che mi serve e “richiudo” lo snapshot. Questo è tanto benessere.

In ogni caso, eravamo rimasti che mi serviva una copia dei dati identica sull’altro disco.

Il buon vecchio Rsync è giunto in mio aiuto, mi è sembrata la soluzione migliore. Fa un copia dei dati ogni ora senza troppi problemi e minimizzando i dati tra trasferire. In caso di fault di un disco, mi basta attivare la condivisione CIFS sull’altro e sono bello che a posto.

Il problema nasce dal fatto che in questo caso l’RSync è locale. L’operazione è comunque possibile attivando sia la parte client che la parte server sullo stesso FreeNAS: dovremo avere l’unica accortezza di inserire “localhost” nel campo “Remote path”.

Posto che abbiamo già entrambi i dischi formattati in ZFS (“dati” e “dati-bk”), di cui uno è farcito di dati e l’altro è vuoto, e che utilizziamo RSync in modalità “modulo”, creiamo prima un modulo in Servizi > RSync > Moduli che abbia queste caratteristiche:

Schermata 04-2456761 alle 12.50.37
Abbiamo sostanzialmente creato la parte Server, che indica dove si rsyncherà il tutto e con che nome identificare la connessione.

Ora passiamo alla parte client, per la quale dovremo creare un task in Sistema > Task di RSync in modo che abbia queste caratteristiche:

Schermata 04-2456761 alle 12.52.52

Gli diciamo in sostanza quale zona locale backuppare, su quale modulo (il nome che abbiamo dato prima) del sistema remoto (che nel nostro caso è localhost). Poi inseriamo una descrizione e diamo orari/giorni/mesi.

Da questo momento in poi tutti i dati verranno sincronizzati secondo le regole temporali che abbiamo impostato.
Occhio ad attivare RSync nei servizi di sistema, perchè non viene fatto in automatico. Motivo per cui mezz’ora della mia esistenza è andata persa per sempre.

Mike VulcanoMeglio saperloServerbackup,freebsd,freenas,hdd,restore,rsync,time machine,zfs
A casa ho un HP Microserver su cui ho installato FreeNAS, che uso principalmente come repo per i miei dati e come dispositivo centralizzato per i backup. E' equipaggiato con 4 dischi, di cui uno dedicato esclusivamente ai backup di Time Machine (quindi del mio portatile, che è evidentemente un...